ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO

L’Ente Nazionale per il Microcredito (ENM) è un ente pubblico non economico nato nel 2005 dal Comitato Italiano per il Microcredito, istituito nell’ambito dell’anno internazionale del microcredito promosso dalle Nazioni Unite.
L’ENM esercita importanti funzioni in materia di microcredito e microfinanza, a livello nazionale ed internazionale, tra cui:
- promozione, indirizzo, agevolazione, valutazione e monitoraggio degli strumenti microfinanziari promossi dalla Unione Europea e delle attività microfinanziarie realizzate a valere sui fondi comunitari (Legge 106 del 12 Luglio 2011, art.8, comma 4 bis);
- monitoraggio e valutazione delle iniziative italiane di microcredito e microfinanza (Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 luglio 2010 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 220 del 20 settembre 2010);
- promozione e sostegno dei programmi di microcredito e microfinanza destinati allo sviluppo economico e sociale del Paese, nonché ai Paesi in via di sviluppo e alle economie in transizione (Legge 24 Dicembre 2007 n.244, art.2, commi 185-186-187).

All’Ente è stato attribuito il compito di tenuta e gestione dell’elenco degli operatori in servizi non finanziari ausiliari di assistenza e monitoraggio per il microcredito. In applicazione all’articolo 15 del D.M. 176/2014, Banca d’Italia ha disciplinato modalità, termini e procedure per la realizzazione e la gestione di un elenco nazionale degli operatori di microcredito. L’art. 13, comma 1-bis del Decreto legge 22 Ottobre 2016, n.193 - convertito con modificazioni dalla Legge 1 Dicembre 2016, n.225 - ha conseguentemente istituto presso l’ENM, che ne cura la tenuta e l’aggiornamento, l’elenco nazionale obbligatorio degli operatori in servizi non finanziari ausiliari di assistenza e monitoraggio per il microcredito. In data 20 febbraio 2018, Banca d’Italia ed ENM hanno sottoscritto il protocollo d’intesa finalizzato alla realizzazione dell’elenco suddetto, così come previsto dal citato Decreto Fiscale.
L’ENM promuove strumenti di microfinanza, con particolare riferimento al microcredito imprenditoriale e sociale, al microcredito agricolo, alle microassicurazioni e all’housing microfinance. L’ENM gestisce, inoltre, importanti progetti di autoimprenditorialità finanziati dalla Comunità Europea.
L’Ente Nazionale per il microcredito svolge, infine, un importante ruolo di promozione legislativa in favore del mercato del microcredito ed è stato attore principale in diversi provvedimenti di normativa primaria e secondaria tra i quali merita ricordare quelli riferiti alla normativa del microcredito, introdotta con la modifica al titolo V del Testo Unico Banche (art. 111 T.U.B. Introdotto dall’art. 7 D.lgs. 13 agosto 2010; D.lgs.19 settembre 2012, n. 169), all’estensione al microcredito dell’intervento del Fondo Centrale di Garanzia per le pmi (Articolo 39, comma 7-bis, DL 6 dicembre 2011, n. 201), ai servizi non finanziari di supporto al microcredito (Disposizioni di Banca d’Italia per l’iscrizione e la gestione dell’elenco degli operatori di microcredito in attuazione dell’art. 111 del TUB e dell’art. 15 del Decreto MEF 176/2014, pubblicate in GURI il 3 giugno 2015).
Nell’azione di diffusione degli strumenti di microfinanza, con particolare riferimento a quelli rivolti alla lotta alla povertà e a favore dell’inclusione sociale, l’Ente promuove accordi e partenariati con soggetti pubblici e privati, intermediari bancari e finanziari, università e centri di ricerca.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×