EVENTI CLIMATICI ESTREMI

Gli eventi estremi possono riguardare il sistema socio-economico, o quello fisico o ancora biologico. Nonostante esistano varie descrizioni possibili di evento estremo climatico, esso può essere definito come un valore meteorologico molto grande o molto piccolo che si realizza raramente. Secondo l’IPCC (2001, p.790), all’interno della sua distribuzione è più raro del suo 10mo o 90mo percentile. Inoltre, generalmente l’evento estremo è collegato a notevoli danni economico-sociali (Easterling et al., 2000). Esempi di eventi estremi climatici sono i picchi di temperatura o ondate estreme di calore, gli uragani, le tempeste di vento, etc,. Sebbene la loro intensità e frequenza sono cresciute nel tempo (Wisner et al., 2004), data la loro rarità rimane difficile studiarli e predirli.

Bibliografia
EASTERLING  D. R.,  MEEHL G. A.,  PARMESAN  C.,   CHANGNON  S. A.,   KARL T. R.  and MEARNS  L. O.  (2000), Climate extremes: Observations, modeling and impacts. Science, 289:2068–2074.
WISNER  B.,  BLAIKIE P., CANNON T. and  DAVIS  I. (2004), At risk: natural hazards, people’s vulnerability and disasters. 2nd edition. New York: Routledge.
IPCC, 2001: Climate Change 2001: The Scientific Basis. Contribution of Working Group I to the Third Assessment Report of the Intergovernmental Panel on Climate Change. Edited by J. T. Houghton et al. Cambridge University Press, Cambridge, United Kingdom and New York, NY, USA

Redattore: Melania MICHETTI
© 2009 ASSONEBB

 

 

 

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×