EVASIONE FISCALE

Fatto illecito compiuto dal contribuente che si sottrae all’onere tributario mediante violazione delle leggi che regolano la materia - in particolare di quelle che attengono all’accertamento e alla riscossione delle imposte - che ha per risultato un mancato gettito del tributo. Lo studio del fenomeno non si limita al suo aspetto giuridico con riferimento alle singole sanzioni volta a volta previste dalla legge (che possono consistere in misure restrittive della libertà personale, come l’arresto o la reclusione, o in sanzioni di carattere pecuniario, di natura penale, come le multe o le ammende, o di natura amministrativa), ma altresì abbraccia l’aspetto psicologico e quello economico-finanziario. Accanto all’evasione, si parla pure di elusione dell’imposta (v. elusione d’imposta), per indicare i casi in cui la legge consente al contribuente un certo margine di libera scelta circa gli strumenti giuridici attraverso i quali si concreta la sua attività. In tali ipotesi, il soggetto effettua la sua scelta in modo da evitare l’applicazione della legge fiscale con mezzi leciti: p.e. adottando un tipo di contratto non previsto dalla legge impositiva, anche se questo schema legale viene usato per finalità che la legge non prevedeva. Il confine tra evasione ed elusione di imposta può essere peraltro, in molti casi, piuttosto labile, poiché di frequente la legge d’imposta consente all’Amministrazione finanziaria di considerare illegittimo l’uso improprio di taluni strumenti giuridici. Con la conseguenza che allora si ha un’evasione da imposta, anche se il soggetto tenta di farla apparire quale elusione dall’imposta stessa e quindi come un comportamento legittimo.

Secondo Blumestein “si ha elusione d’imposta allorquando attraverso un determinato procedimento intenzionale fino dal principio venga posto in essere un patto che non integri i presupposti per imposizione oppure attenui la grossezza dell’imposta; in ciò l’elusione differisce dall’evasione dell’imposta, per la quale esiste il fatto che è fondamento dell’imposizione, ma la sua esatta valutazione da parte degli organi amministrativi vi viene impedita mediante un comportamento illegale del contribuente.”
Analoga differenziazione viene effettuata da Hensel, il quale afferma che in caso di evasione fiscale “si tratta di inadempimento colpevole della pretesa tributaria già validamente sorta attraverso la realizzazione della fattispecie, mentre nel caso di elusione fiscale si impedisce il sorgere della pretesa tributaria, evitando così la fattispecie legale”.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×