ESPORTAZIONE CON PAGAMENTO DIFFERITO

Vendita all’estero di beni e servizi con concessione di credito mercantile all’importatore. In passato tale pratica veniva scoraggiata in quanto può nascondere l’intento di speculare sul deprezzamento che la moneta subisce in periodi di inflazione e di ottenere così, al momento del pagamento, per una uguale quantità di moneta estera una maggiore quantità di moneta nazionale. In virtù di tali considerazioni erano state introdotte disposizioni legislative, quali il d.m. 6.5.1976, che prevedeva l’obbligo dell’accensione, a nome dell’esportatore, di un finanziamento in valuta pari al 30% della quota di pagamento posticipato. Il finanziamento veniva poi estinto con la valuta introitata dall’estero. Il costo rappresentato dall’interesse pagato per il finanziamento doveva scoraggiare l’offerta di dilazioni da parte dell’esportatore italiano. In base alla nuova legislazione valutaria non sono previsti né limiti alle dilazioni di pagamento né finanziamenti obbligatori in valuta, anche se la loro reintroduzione potrebbe essere consentita, in via temporanea, qualora si manifestassero tensioni sul cambio.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×