ECONOMIA BANCARIA

Disciplina economica concernente lo studio delle funzioni delle banche, fra cui assumono particolare rilevanza quella di intermediazione creditizia e quella monetaria. La prima si sostanzia nella raccolta di risparmio presso il pubblico e nella concessione di prestiti prevalentemente a breve termine: ciò non implica una pura funzione di mediazione, poiché la banca si interpone tra soggetti con posizioni di debito e credito, assumendo rischi bancari connessi all’attività di trasformazione delle caratteristiche quantitative e qualitative dei fondi. La seconda discende dalla peculiarità della forma tecnica prevalente di provvista delle banche, i depositi a vista, che sono in grado di sostituire la moneta legale nelle sue diverse funzioni ed in particolare in quella di strumento di pagamento. L’attività delle banche influenza, pertanto, l’andamento della liquidità del sistema attraverso il meccanismo del moltiplicatore monetario e cioè mediante l’iterazione del processo di raccolta di fondi ed erogazione degli impieghi. Queste caratteristiche specifiche delle banche sono alla base del più rigido controllo a fini di tutela dei depositi e di politica monetaria a cui le stesse sono sottoposte rispetto ad altriintermediari finanziari. Le banche rappresentano il principale operatore nel segmento a breve termine dell’intermediazione creditizia.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×