CORRENTISTA

Soggetto (persona fisica ogiuridica) che intrattiene con una controparte un rapporto di conto corrente. In ambito bancario, con la firma della lettera-contratto, il correntista instaura una relazione giuridico-economica con la banca: diventa, se già non lo è, cliente di quest’ultima e, in ogni modo, titolare del conto cosi aperto; può conferire a terzi procure ad operare, stabilendo i relativi limiti; deposita, infine, la propria firma (consentendo, così, alla banca un adeguato controllo degli ordini scritti, impartiti a valere sul relativo conto). Al correntista viene consegnato il carnet o libretto di assegni. Il conto può anche essere intestato a più persone, nel qual caso esse potranno agire sia disgiuntamente che congiuntamente. Ove trattisi di persona giuridica, fatte salve le procure consentite, sono abilitati ad operare i soggetti che ne hanno la rappresentanza per legge o per statuto. Il correntista, che, in casi particolari (p.e. conto interbancario), può essere anche una banca, intrattiene, a volte, più conti, di diversa natura, con la medesima banca. La qualità di correntista si perde quando cessa il rapporto giuridico con la banca, il che può avvenire, di regola, ad iniziativa di entrambe le parti contraenti, salva l’osservanza del termine di preavviso pattuito o, altrimenti, congruo.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×