COPERTURA CON COVERED WARRENT E CERTIFICATE

I Covered Warrant (CW) possono essere utilizzati sia in un'ottica di copertura che di speculazione.
Come strumenti di copertura, gli strumenti derivati (sia le opzioni che i future) possono offrire a particolari soggetti la possibilità di trasferire le variazioni sfavorevoli di prezzo. Così, ad esempio, il possessore di azioni (che è esposto al rischio di ribasso delle quotazioni) può comperare un CW di tipo put per bilanciare le perdite sofferte dal proprio portafoglio con gli utili derivanti dal possedere un CW put che, ovviamente, si apprezza al calo delle quotazioni.
Non è evidentemente questa l’unica strategia possibile, ma le combinazioni attuabili sono davvero tante e richiederebbero un’analisi appropriata.
Tuttavia, a titolo d'esempio, indichiamo qui sotto sinteticamente le più diffuse ed interessanti strategie composte con azioni e CW:
- acquisto di un'azione combinata con la vendita di un CW di tipo call;
- vendita di un'azione combinata con l'acquisto di un CW call (strategia non sempre applicabile a causa dell'impossibilità di effettuare vendite allo scoperto di titoli);
- acquisto di un'azione combinata con l'acquisto di un CW put;
- vendita di un'azione combinata con la vendita di un CW put (questa strategia è difficilmente realizzabile in quanto non è possibile effettuare vendite allo scoperto).
Vanno inoltre segnalate altre strategie operative che fanno uso esclusivo di CW. Le più diffuse sono: lo Straddle, lo Strangle e lo Strip&Strap.
Anche i Certificate possono essere utilizzati a fine di copertura, tuttavia, il loro uso poco risulta più oneroso ed è certamente meno efficace di quello dei CW.
Redattore: Enea  FRANZA  
© 2011 ASSONEBB

 

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×