CES

Acr. di: Comitato Economico e Sociale (fr. Comité économique et social; ingl. Economic and Social Committee). Il CES è un organo ausiliario consultivo, regolato dagli artt. 257-262, ex 193-198, TCE. Esso è costituito da 222 membri, denominati consiglieri, che rappresentano istituzionalmente nell’UE i gruppi della vita economica e sociale, in particolare i datori di lavoro, i lavoratori, gli agricoltori, le imprese di trasporti, i commercianti, gli artigiani, i liberi professionisti e i piccoli e medi imprenditori e, inoltre, i diritti dei consumatori, dei gruppi di protezione dell’ambiente e delle associazioni. Esso rappresenta i punti di vista e gli interessi della società civile organizzata dinanzi alla Commissione, al Consiglio e al Parlamento europeo. I consiglieri sono nominati dal Consigli dell’UE, previo parere della Commissione, tra gli appartenenti alle organizzazioni più rappresentative degli Stati membri e durano in carica per 4 anni. La ripartizione dei mandati è compiuta in base a una tabella stabilita dall’art. 258 TCE che attribuisce 24 seggi a Francia, Germania, Italia e Regno Unito, 21 seggi alla Spagna, 12 seggi ad Austria, Belgio, Grecia, Paesi Bassi, Portogallo, Svezia, 9 seggi a Danimarca, Finlandia, Irlanda e 6 seggi al Lussemburgo. I consiglieri sono organizzati in tre gruppi (datori di lavoro, lavoratori, attività diverse). Il CES deve essere consultato su questioni di politica economica e sociale e può inoltre elaborare pareri d’iniziativa su materie che ritiene importanti. I pareri sono predisposti da “sezioni specializzate” formate da consiglieri, cui possono partecipare anche supplenti in qualità di esperti. Il CES collabora anche con le commissioni e i gruppi di lavoro del Parlamento europeo.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×