CASSIERE

Dipendente di un ufficio che provvede ai agli incassi e ai pagamenti per contanti di un’azienda e a gestire la custodia e il movimento dei valori contanti (biglietti di banca e monete), assegni della banca e di banche corrispondenti, titoli azionari e obbligazionari, cedole, cambiali e altri documenti ricevuti da incassare. Nelle filiali maggiori delle banche la struttura tradizionale dell’ufficio cassa è costituita da un “tesoro” nel quale si provvede alla materiale custodia dei valori, da un retro-sportello di cassa nel quale si provvede alle mansioni amministrative (rapporti con la stanza di compensazione, controlli contabili, smistamento assegni e altri valori ecc.), dagli sportelli che curano gli incassi e i versamenti di valori con la clientela; nelle filiali minori questa struttura si semplifica e può essere gestita anche da un solo cassiere. Fino all’introduzione delle procedure di contabilizzazione computerizzata in rete, le operazioni degli sportelli di cassa erano sottoposte alla verifica e al controllo contabile di un apposito ufficio di riscontro o controllo cassa: il cliente doveva rivolgersi prima all’ufficio riscontro che verificava la regolarità dell’operazione (p.e. la copertura e la regolarità formale degli assegni da versare o da pagare) e quindi passava alla cassa per l’effettuazione materiale del versamento o incasso. Una notevole semplificazione è derivata dall’adozione della nuova mansione di terminalista cassiere. Il personale che opera nell’ambito degli uffici cassa risponde degli ammanchi di valori ricevuti in carico; perciò è compensato con una speciale indennità di rischio. Recentemente i rischi del cassiere hanno trovato copertura in polizze assicurative normalmente fatte in base a convenzioni con le compagnie di assicurazione.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×