BIOCOMBUSTIBILE

I biocombustibili sono combustibili solidi, liquidi o gassosi, ricavati direttamente dalle biomasse, ad esempio, la legna da ardere, o prodotti a seguito di un processo di trasformazione, chimico o biochimico, della struttura del materiale organico. Tra i principali tipi di biocombustibili si individuano il biodiesel, il bioetanolo, il biogas ed il pellet. Si tratta di fonti di energia rinnovabili, illimitate, che non contribuiscono all'effetto serra, poichè la quantità di CO2 emessa durante la combustione è la stessa assorbita nel periodo di crescita della pianta da cui derivano. I biocombustibili sono utilizzati nell'alimentazione di apparati a combustione stazionaria, quali forni, caldaie, motori diesel fissi e turbine a gas. La produzione di biocombustibili richiede inoltre l'impiego di grandi quantitativi di manodopera, incrementando lo sviluppo economico ed occupazionale di aree rurali soggette ad abbandono.

Fonte:
http://www.energia360.org/

Redattore: Marianna RONCHINI

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×