BOLLA SPECULATIVA

1. Trad. dell’ingl. speculative bubble. Movimento anomalo cumulativo e accelerato al rialzo dei prezzi di mercato che lievitano in maniera esplosiva, di regola in brevissimo tempo, fin quando il livello raggiunto è così elevato da impedire ad alcuni di onorare gli impegni e, in generale, da convincere gli agenti della probabilità di una crisi. A questo punto il crollo dei prezzi è rapido e rovinoso. Nella dottrina sono dette growing bubbles le bolle ad andamento esplosivo dovuto a ottimismo irrealistico degli agenti che assecondano un rialzo irragionevole dei prezzi. Fads (lett.: mode) sono deviazioni dei prezzi dovuti a movimenti sociali come moda, mutazione improvvisa dei gusti, di mentalità, di modelli culturali o semplicemente di scarti di opinione di massa). Information bubbles, invece, nascono dalle stesse informazioni disponibili nei mercati organizzati (come, p.e., la Borsa) male elaborate dagli operatori,2. Si conoscono bene diverse bolle speculative negli ultimi quattro secoli, a cominciare dalla tulipomania olandese dell’inizio del Seicento e due altre bolle importanti intorno al 1720: la South Sea Company a Londra (v. South Sea bubble) e la Compagnie française des Indes di John Law a Parigi. Negli anni Quaranta dell’Ottocento le azioni ferroviarie hanno dato origine, in Inghilterra, alla prima bolla tecnologica, un fenomeno ricorrente a ogni importante applicazione di qualche scoperta scientifica. Bolle successive hanno riguardato le società di radiodiffusione (Usa, intorno al 1920), cinquanta società del Nyse (le Nifty Fifty) prese di punta dalla speculazione ai primi anni Settanta; le società bio-tecnologiche (inizio anni Ottanta), la bolla giapponese e quella di Taiwan (collassate nel 1987, più o meno in coincidenza col crollo del lunedì nero, il black Monday, della borsa di New York del 19 ottobre 1987) e, da ultimo, la bolla delle dot. com. 3. Le bolle speculative non si limitano alle borse (cioè ai mercati più o meno specializzati e regolamentati dove si fanno contrattazioni tipiche su prodotti standardizzati), cioè non sono solo stock market bubbles. Possono manifestarsi con aumenti di prezzi spropositati per qualunque bene (per esempio case, terreni, francobolli, antiquariato e non solo per quelli) e possono dar luogo a fiammate speculative di prezzi cui segue un crollo proprio come per le bolle di borsa (economic bubble).

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×