ALGORITMO CRITTOGRAFICO

Procedimento per codificare un messaggio in modo che lo possa decodificare e leggere solo il destinatario. Gli algoritmi crittografici sono classificati in due famiglie: simmetrici (a chiave privata) e asimmetrici (a chiave pubblica). a) Negli algoritmi simmetrici il mittente e il destinatario si accordano su una singola chiave da mantenere segreta che è usata sia in fase di cifratura, sia in quella di decifratura. Il più noto algoritmo simmetrico, il DES (Data Encryption Standard), sviluppato da IBM e certificato in USA nel 1977, non è più considerato assolutamente sicuro in quanto è stato è più volte violato. Per questi motivi ha perso nel 1998 la certificazione, ma continua a essere abbastanza usato. Con questa categoria di algoritmi è necessaria una chiave per ogni coppia di persone e perciò (per fare un esempio) per 100 utenti servono 4.950 chiavi. Ciò rende estremamente complesso il problema della distribuzione delle chiavi, che è il vero punto debole di questo schema. b) Gli algoritmi asimmetrici sono a “a doppia chiave” basati sul seguente schema: ognuno possiede due chiavi, legate una all’altra, l’una privata, nota solo al proprietario, l’altra pubblica nota a tutti; ciò che viene cifrato con la prima chiave può essere decifrato con l’altra (e di solito viceversa). il primo algoritmo è lo RSA stato sviluppato nel 1978 da Ron L.Rivest, Adi Shamir e Leonard Adleman (la sigla è l’acr. dei loro nomi).

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×