ACQUIESCENZA

L’acquiescenza nel diritto processuale civile è l’accettazione della sentenza proveniente dalla parte interessata a proporre l’impugnazione. Può risultare da una dichiarazione espressa o da atti incompatibili con la volontà di avvalersi dell’impugnazione (art. 329 c.p.c.). La proposizione di una impugnazione parziale importa acquiescenza alle parti della sentenza non impugnate, purché autonome e non dipendenti da quella che forma oggetto dell’impugnazione. In diritto amministrativo l’acquiescenza si sostanzia in un comportamento di (esplicita o implicita) adesione all’operato della pubblica amministrazione e spiega i suoi effetti sia sul piano sostanziale (riconoscimento della legittimità del provvedimento preso), che su quello processuale (inimpugnabilità del provvedimento).

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×