PRELAZIONE, CAUSE LEGITTIME

Cause per cui viene assicurato ad alcuni creditori il diritto di essere soddisfatti sui beni del debitore a preferenza di tutti gli altri ed in deroga al principiodella par condicio creditorum (art. 2741 c.c.). Sono tali il pegno, l’ipoteca ed il privilegio. Nelle prime due ipotesi i beni su cui gravano tali diritti sono sottratti fin dall’inizio alla garanzia generica e sono destinati a soddisfare in via esclusiva - cioè fino a totale esaurimento delle loro ragioni - i creditori titolari della prelazione. Nel caso del privilegio ‘ Invece, i beni del debitore sono soggetti alla procedura esecutiva, ma, in sede di distribuzione del ricavato della vendita, i creditori privilegiati sono preferiti a quelli chirografari. Se la cosa soggetta a privilegio, pegno od ipoteca perisce o è deteriorata, il creditore perde il diritto di prelazione (a meno che il debitore non si sia assicurato contro eventuali danni, nel qual caso il creditore si surroga al primo nella percezione delle somme liquidate a titolo di indennizzo).

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×