PREFINANZIAMENTO

Erogazione di risorse finanziarie, preliminare rispetto alla concessione di un finanziamento, generalmente a protratta scadenza. Il prefinanziamento trova giustificazione economica nell’esistenza del finanziamento principale. Ciò influenza il modo in cui l’operazione viene valutata dalla banca erogante: essa considera tale operazione un impiego di fondi a breve scadenza, che verrà estinto con il ricavato del finanziamento principale, ma che comunque richiede la valutazione della situazione economica, patrimoniale e finanziaria del cliente. Il prefinanziamento viene corrisposto nella maggior parte dei casi nella forma dell’apertura di credito in c/c dalla banca all’impresa che ha in corso operazioni di finanziamento collegate con movimenti internazionali di capitali (in particolare con l’accensione di mutui su piazze finanziarie estere e con finanziamenti all’esportazione) e di mutui domestici. Queste operazioni, i mutui in particolare, seguono una procedura burocratica non breve in quanto richiede accertamenti tecnici e legali anche complessi e, inoltre, vengono di solito erogati quando i lavori sono giunti a un determinato stadio. Il prefinanziamento, che può essere concesso anche da una banca diversa da quella che eroga il mutuo, serve a fronteggiare le esigenze finanziarie relative al periodo che va dall’inizio dell’opera al momento in cui matura il diritto al versamento della prima tranche del mutuo. Il prefinanziamento viene anche concesso alle imprese appaltatrici di lavori pubblici dietro garanzia del credito vantato nei confronti dello Stato.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×