PORTAFOGLIO ESTERO

Insieme delle divise estere in possesso della banca. Contabilmente il portafoglio estero è il conto che accoglie costi e ricavi relativi agli acquisti ed alle vendite di divise estere. Funziona a costi, ricavi e rimanenze e permette di determinare l’utile o la perdita lorda sui cambi. Si articola in tanti sottoconti quante sono le valute che la banca tratta. Tale suddivisione consente la valutazione mensile delle consistenze in divisa estesa al fine della determinazione degli utili o delle perdite sulla negoziazione in cambi. Le banche vendono divise estere cedute loro da operatori nazionali, creditori verso l’estero in seguito ad esportazioni di beni o di servizi, o derivanti dalla possibilità delle banche di trarre sui loro corrispondenti all’estero. Il movimento del portafoglio estero nelle banche non si riferisce soltanto alle compravendite, agli sconti e alle cessioni delle cambiali a lunga o a breve scadenza, ma anche a tutti gli chéques che esse traggono sull’estero e a tutti i giri di partite che ordinano nei conti correnti dei corrispondenti. Nel movimento del portafoglio estero transitano anche le cambiali pagabili in Italia in valuta estera.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×