PORTAFOGLIO CAMBIARIO

Insieme delle cambiali in possesso di una banca o di un’impresa. A seconda della natura degli effetti si possono fare varie distinzioni. Il portafoglio commerciale comprende le cambiali originate da una transazione commerciale effettivamente intercorsa tra emittente e prenditore e, nel caso della tratta, tra trassato e traente. Il portafoglio di comodo non deriva da una transazione commerciale, ma da una promessa di pagamento degli obbligati che hanno offerto la propria firma in favore di colui che richiede il prestito. IL portafoglio finanziario raccoglie gli effetti originati da operazioni di finanziamentoe non di compravendita. Qualora il finanziamento ecceda i quattro mesi, di solito, il debitore rilascia effetti con tale scadenza che poi rinnova a seconda della durata del prestito.Le cambiali in questione possono essere assistite da garanzie reali o personali, oppure dalla coobbligazione di un terzo. Il portafoglio cambiario delle banche comprende anche gli effetti recanti la firma di primarie banche o banchieri; può quindi negoziarsi in qualsiasi momento, formando un mercato tutto proprio. In relazione all’esistenza di corrispondenti bancari sulla piazza di pagamento, inoltre, si distingue il portafoglio bancabile da quello non bancabile; per la Banca d’Italia sono da considerarsi bancabili solo gli effetti pagabili su piazze comprese su un’apposita lista. Si ha, poi, il portafoglio garantito quando le cambiali sono assistite da una garanzia, come l’ipoteca, il pegno, la cessione di credito, o altra; il portafoglio chirografario non è, invece, assistito da alcuna garanzia. In relazione alla data di scadenza si distingue il portafoglio lungo dal portafoglio breve; si dice, invece, bruciante il portafoglio che giunge alla banca con scadenza talmente prossima da lasciare appena il tempo di curare l’incasso sulla piazza di pagamento. Rispetto ad accordi eventualmente intervenuti tra banca e cedente, si distingue il portafoglio in garanzia dal portafoglio di smobilizzo. Il primo si ha quando la banca ne acquista la disponibilità solo se i debitori non hanno fatto fronte all’impegno per il quale avevano rilasciato o girato gli effetti in garanzia, e solo limitatamente all’importo residuo; il secondo è costituito da effetti rilasciati per alleggerire o definire crediti in conto corrente già accordati dalla banca. In relazione all’eventuale esistenza di documenti che lo accompagnano si distingue il portafoglio semplice dal portafoglio documentato. Con riferimento alle condizioni convenute per il regolamento a scadenza, si parla di portafoglio rinnovabile e di portafogli pagabile a scadenza.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×