POOL DELL'ORO

Accordo stipulato tra lebanche centrali facenti parte del Consiglio di amministrazione della Banca dei Regolamenti Internazionali, con la presenza degli Stati Uniti e con l’esclusione della Svezia. I paesi membri del pool risultarono i seguenti: Stati Uniti, Germania,Gran Bretagna, Francia, Italia, Svizzera, Belgio e Olanda. Agente del pool fu la Gran Bretagna con compiti di intervento nel mercato europeo dell’oro. I partecipanti si impegnarono a vendere oro contro dollari ogni qual volta la Banca d’Inghilterra avesse ritenuto opportuno intervenire. Le banche centrali si impegnarono altresì ad astenersi dal comperare oro in qualità di compratori individuali. Le singole quote di partecipazione al pool non furono rese note, ma si presume che quella degli Stati Uniti fosse il 50% di un totale di 270 milioni di dollari. La quota dell’Italia, della Francia e della Gran Bretagna fu singolarmente di 25 milioni. Massicci interventi a difesa del prezzo ufficiale dell’oro, che il mercato considerava insufficiente, furono effettuati nell’ottobre del 1962. Cospicue vendite di oro furono effettuate anche durante il conflitto arabo israeliano del giugno del 1967, che portò alla chiusura del Canale di Suez. Nel novembre del 1967 l’intervento del pool fu massiccio e volto a impedire una svalutazione del dollaro in termini di oro. Nel marzo del 1968, in seguito alle ripetute tensioni valutarie, i paesi del pool stilarono i cosiddetti Accordi di Washington per l’istituzione di un doppio mercato dell’oro: quello libero, dove il prezzo dell’oro avrebbe subito il gioco della domanda e dell’offerta senza alcun intervento delle banche centrali; quello ufficiale, dove il prezzo dell’oro sarebbe rimasto a 35 dollari per oncia di fino. Nel frattempo la legislazione statunitense aveva messo a disposizione tutto l’oro della Riserva per la difesa del valore esterno del dollaro. Il pool dell’oro fu pertanto sciolto. Il perdurare della crisi valutaria internazionale, lo sganciamento del dollaro dall’oro e la fluttuazione dei cambi condussero nel novembre del 1973 a rescindere gli accordi che avevano portato a istituire il doppio mercato dell’oro.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×