POLIZZA DI ASSICURAZIONE

Documento probatorio del contratto di assicurazione, rilasciato al contraente dall’assicuratore e firmato da entrambi, contenente le condizioni chedisciplinano il rapporto. Non è obbligatorio, giacché l’assicuratore può rilasciare anche un documento diverso. A richiesta ed a spese del contraente, l’assicuratore è tenuto a consegnare duplicati o copie della polizza, ma in tal caso può esigere la presentazione o la restituzione dell’originale. Per espresso accordo tra le parti contraenti, la polizza di assicurazione può essere emessa con la clausola all’ordine o al portatore, che facilita la circolazione del rapporto assicurativo. In tal caso il suo trasferimento importa quello del credito verso l’assicuratore, con gli effetti della cessione ordinaria, senza la necessità di osservarne le forme. Pertanto deve escludersi che dette clausole attribuiscano alla polizza la natura di vero e proprio titola di credito. Si tratta di documento di legittimazione, anche se l’assicuratore è liberato se, senza dolo o colpa grave, adempie la prestazione nei confronti del giratario o del portatore, pur non essendo quest’ultimo l’assicurato. È espressamente previsto che allo smarrimento, distruzione o furto della polizza all’ordine si applicano le disposizioni relative all’ammortamento dei titoli all’ordine. In genere, la polizza è emessa in tre esemplari, di cui due rimangono all’assicuratore; essa contiene l’indicazione del rischio, l’importo del premio e le condizioni di contratto, che si distinguono in generali, speciali e particolari, a seconda che siano predisposte per tutti i rapporti assicurativi del ramo o deroghino alle prime o siano concordate tra le parti in relazione al singolo rapporto. L’assicurazione contro i rischi della navigazione marittima è regolata dalle norme generali se non espressamente derogate dal codice della navigazione. Anche per questo tipo di assicurazione è previsto a scopo probatorio il rilascio della polizza o di altro documento. In particolare, per l’assicurazione della nave, l’assicuratore emette la polizza, mentre per (assicurazione di merci essa è rilasciata soltanto quando è stipulata un’assicurazione in abbonamento (v. polizza di abbonamento). La polizza in quovis viene emessa quando l’assicurato non è in grado di indicare le caratteristiche della nave sullaquale verrà effettuato il trasporto delle merci assicurate. Ovviamente i dati necessari dovranno essere comunicati entro un termine prestabilito. La polizza stimata o valutata contiene la stima, non la semplice dichiarazione del valore della cosa assicurata. La polizza con franchigia pone a carico dell’assicurato una percentuale del danno.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×