PIEGO DISPOSIZIONI

Documento che permette al mittente fino al momento dello svincolo da parte del destinatario, di modificare il contratto di trasporto ferroviario. Con esso si può ordinare all’amministrazione che la merce: sia restituita alla stazione di partenza; sia fermata in una stazione intermedia; sia consegnata ad altro destinatario; sia consegnata a domicilio; sia gravata di assegno (o il medesimo venga annullato o variato); non sia consegnata al destinatario fino a nuovo avviso; sia affrancata dalle spese di porto; sia inoltrata o fatta proseguire con resa accelerata, cioè con treni viaggiatori o treni merci ad essi equiparati (solo per i trasporti a carro). Non sono ammesse modificazioni diverse o che non riguardino l’intera spedizione. Per comunicare le suddette disposizioni il mittente deve redigere, in due originali, un apposito modello detto appunto “piego disposizioni”, allegando il duplicato della lettera di vettura. Il mittente risponde di tutte le conseguenze di tali modifiche e provvede al pagamento delle relative spese. Nel caso di spedizioni con lettera di vettura non recante l’indicazione del mittente, la facoltà di modificare il contratto di trasporto ferroviario spetta al possessore della ricevuta di spedizione.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×