AZIONE CAMBIARIA DIRETTA

Prevista dagli artt. 33 e 49 r 14.12.1933 n. 1669, che può essere di cognizione o di esecuzione, con la quale portatore di una cambiale fa valere, direttamente verso gli obbligati cambiari diritti emergenti dal titolo e non dal r porto sottostante. Può essere proposta dal legittimo portatore della cambiale che può essere anche il traente, oltre che dal cessionario o dal successore a titolo universale o particolare del portatore legittimo o del cessionario, da colui che ottenuto a proprio favore un decreto ammortamento della cambiale, e dall’obbligato che abbia ricevuto la consegna della cambiale per averla pagata. Legittimati passivi sono tutti gli obbligati diretti o principali, cioè i soggetti che sono solidalmente tenuti, per un debito proprio, al pagamento, vale a dire, nel caso della cambiale tratta, il trattario o i trattari accettanti e gli eventuali avallanti degli stessi, e, nel caso del vaglia cambiario, l’emittente o gli emittenti e gli eventuali avallanti degli stessi. L’azione tende all’adempimento dell’obbligazione principale assunta dall’emittente con la sottoscrizione del vaglia cambiario, o dal trattario con l’accettazione della cambiale tratta. Più in particolare, se è esercitata dal portatore, l’azione è diretta al pagamento dell’ammontare del titolo (e gli interessi eventualmente in esso indicati), degli interessi dalla scadenza, da calcolarsi in misura uguale a quella indicata nel titolo o in mancanza al tasso legale, e delle spese per il protesto, per avvisi dati e per altre cause: se, invece esercitata da chi ha pagato la cambi l’azione è diretta al conseguimento della somma sborsata, dei relativi interessi e delle spese sostenute. A differenza dell’azione cambiaria di regresso, che è subordinata, a pena di decadenza, al compimento di determinati atti, l’azione cambiaria diretta, anche se la cambiale sia domiciliata, non è condizionata ad alcuna particolare attività e non è quindi, soggetta a decadenza. Essa è, invece, soggetta a un termine di prescrizione, più lungo di quello previsto per l’azione di regresso, che si compie col decorso di tre anni dalla data della scadenza del titolo.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×