ASSICURAZIONE CONTRO DANNI

Contratto con il quale l’assicuratore, dietro pagamento di un premio, si obbliga a tenere indenne l’assicurato, entro i limiti convenuti, del danno ad esso prodotto da un sinistro. Rientra in tale vasta accezione tutta una serie di contratti assicurativi ai quali corrispondono altrettanti rami dell’attività assicurativa, in genere individuati a seconda dell’evento dedotto nel contratto. Fanno, così, parte del contratto di assicurazione contro i danni le assicurazioni contro i furti, contro la grandine e contro gli incendi, l’assicurazione della responsabilità civile, l’assicurazione contro gli infortuni ecc. Il principio fondamentale che regola il rapporto è che il sinistro e il correlativo indennizzo incidano nella sfera patrimoniale dell’assicurato nei limiti del valore della cosa e della perdita che ne è derivata. Pertanto non v’è interesse all’assicurazione se non sussiste all’inizio, o se viene meno nel corso del rapporto, la relazione fra l’assicurato e l’evento, tale da non potersi rapportare il danno al patrimonio dell’assicurato stesso; né l’assicurazione può essere contratta per somma eccedente il valore del bene assicurato. In ogni caso, al verificarsi del sinistro dedotto nel contratto, l’assicuratore è tenuto ad erogare all’assicurato soltanto una somma di danaro equivalente, e non superiore, al danno da questi effettivamente subìto per effetto del verificarsi dell’evento. Il danno è in genere liquidato in rapporto all’incidenza di esso sul totale del valore assicurato (clausole della “proporzionale”), a meno che non sia stata inserita la clausola di “primo sinistro assoluto”, nel qual caso la liquidazione è regolata in base a un certo ammontare. t questa la c.d. funzione indennizzatrice del contratto di assicurazione contro i danni, diretta, da un lato, a garantire il ristoro del danno subito dall’assicurato e, dall’altro, ad evitare che il sinistro si risolva nella realizzazione di un lucro da parte di quest’ultimo. In caso di coassicurazione, cioè quando l’assicurazione del medesimo rischio sia ripartita tra più assicuratori per quote determinate, ciascun assicuratore è obbligato a versare l’indennità solo in proporzione della rispettiva quota.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×