ACCORDO SULL'ORO DEL SETTEMBRE 1999

Dichiarazione congiunta di intenzioni sull’uso dell’oro posseduto (Joint Statement on Gold) rilasciata il 26.9.1999 dalle 12 banche centrali nazionali dell’Eurosistema e dalle banche centrali di Svezia (Sveriges Riksbank), Svizzera (Schweizerische Nationalbank) e Regno Unito (Bank of England). Vi si dichiara che l’oro resterà una componente importante elle riserve monetarie, che le 15 banche non entreranno sul mercato come venditrici, con l’eccezione delle vendite già decise. Queste verranno eseguite attraverso vendite programmate di comune accordo nei cinque anni successivi alla stipulazione dell’Accordo. Le quantità annuali messe in vendita non eccederanno approssimativamente 400 tonnellate all’anno e le 2.000 tonnellate nell’arco dei cinque anni. Le banche firmatarie hanno anche concordato di non espandere le loro operazioni di leasing di oro e di non compiere operazioni di futures e di opzioni sull’oro in questo periodo. L’Accordo sarà rivisto dopo cinque anni (e cioè non prima del 2004).

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×