PREMIO

Nel mondo degli affari è ogni corrispettivo in denaro in cambio di una prestazione d’opera o di un servizio, quindi compenso, provvigione, emolumento et sim. Nella finanza è genericamente il corrispettivo in cambio di una commissione, una garanzia e specificamente di una copertura assicurativa (premio di assicurazione; premio lordo; premio puro); il prezzo della facoltà di recedere dal contratto a premio abbandonando il premio stesso; l’importo (option money) pagato per le opzioni (i warrant, i covered warrant) dall’acquirente al venditore per il diritto di acquisto (o di vendita) dell’underlying allo strumento derivato; il maggior valore ottenuto in un affare commerciale o finanziario (premio di avviamento; premio di rimborso o di emissione; premio di deporto); un aggio (premio sull’oro); uno speciale contributo o concorso finanziario dato dallo Stato o da altro ente pubblico per incoraggiare certe attività economiche (premio all’esportazione; premio di demolizione o di costruzione; premio alla produzione). Nel rapporto di lavoro dipendente il premio (gratifica) è un’indennità peciale, che si aggiunge alla normale retribuzione e che è corrisposta una tantum o annualmente secondo i contratti, di importo fisso o variabile e in proporzione a determinate circostanze o per particolari risultati produttivi: premio aziendale, di bilancio, di produttività, di produzione, di qualità.