TITOLO A REDDITO FISSO

Titolo a reddito fisso: Titoli di Stato/Obbligazioni è un titolo di credito di Stati sovrani/di società private. Rappresenta capitale di credito. La caratteristica che lo distingue è il suo rendimento, che a differenza delle azioni, è fisso (o meglio determinato secondo delle regole prefissate). Questo comporta un minor rischio, nello specifico un’assenza di rischio (risk-free) rispetto a titoli che incorporano in se un rischio (vedi azioni). I rendimenti di questa tipologia di titoli viene riassunta dalla struttura a termine dei tassi di interesse la cui rappresentazione grafica prende il nome di curva dei rendimenti. La curva dei rendimenti rappresenta i rendimenti privi di rischio legati al mercato dei titoli a reddito fisso a diverse scadenze.
I titoli a reddito fisso possono anche essere, in alcuni casi, convertiti in azioni secondo delle modalità predefinite.
La struttura tipica di un titolo a reddito fisso, indipendentemente dall’emittente è la seguente:

in cui il primo membro a destra dell’equazione rappresenta l’interesse delle cedole C attualizzate al rendimento del titolo K e il secondo membro rappresenta il suo valore di rimborso VR attualizzato. Questi due valori devono essere, in equilibrio, uguali al prezzo di emissione in t=0 a sinistra dell’equazione (P0). Se i tassi di mercato non variano il valore a sinistra è sempre uguale al valore a destra per il tasso di rendimento K in ogni istante t di vita del titolo. Questa è una condizione necessaria affinché nel mercato primario si possa avere una emissione.
In t=1 può accadere che i tassi varino. Questo porta ad un rendimento Km diverso da K. Per un Km diverso da K, dato C e VR fissi quello che cambia è P. Cioè il mercato richiede che il rendimento K del titolo si allinei con il rendimento di mercato Km. Questo può accadere solo se P varia. P sarà maggiore di P0 se i tassi di mercato si riducono e minore di P0se i tassi aumentano. Questo meccanismo definisce il rendimento di un titolo a reddito fisso nel mercato secondario. Si può notare come all’emissione il K coincida con il Km per definizione. Non si può emettere un titolo (identico per caratteristiche) con un tasso diverso da quello di mercato.
Il modo per rappresentare i rendimenti dei titoli a reddito fisso è la struttura a termine dei tassi di interesse. La sua rappresentazione grafica viene chiamata curva dei rendimenti (Yield Curve).
Grafico. Rappresentazione della struttrura a termine dei tassi di interesse attraverso la curva dei rendimenti del mercato dei titoli di Stato americano del 20 maggio 2005. 

                                   Fonte: elaborazione propria su dati DATASTREAM-Thomson Financial
La struttura a termine dei tassi di interesse dei titoli a reddito fisso è una informazione per i mercati. In letteratura le teorie più utilizzate per spiegare la curva dei rendimenti sono quella delle aspettative, quella dei mercati segmentati e quella del premio per la liquidità. Ognuna di queste teorie cerca di definire e spiegare come si viene a comporre una determinata struttura a termine.

Bibliografia
Mayo, H. B., 2007, Investments. An Introduction, Thomson South-Western, Seventh Edition;
Fabozzi, F. J., 2006, Bond Markets, Analysis, and Strategies, Pearson Prentice Hall, Sixth Edition.

© 2009 ASSONEBB