TELE-PROCESSING

  • Stampa

Lett.: elaborazione a distanza. Tecnica, usata nel campo dell’informatica, che permette di collegare, attraverso una rete specifica o una rete telefonica, a un calcolatore una serie di terminali periferici in grado di fornire dati al computer e di riceverne. Il sistema tele-processing, opera spesso in tempo reale; in tal caso il collegamento tra centro e periferia è continuativo e permette di elaborare i dati nel momento in cui essi sono originati. Una banca può utilizzare il sistema in due maniere differenti, consistenti o nel collegare tutti gli sportelli in tele-processing real-time, per tutti i servizi bancari o per una parte di essi, ovvero nel collegare solo una parte degli sportelli in via diretta e continuativa, mentre gli altri sportelli, provvisti di mezzi off line, dispongono di un collegamento temporaneo e servono eventualmente da punto di appoggio per la trasmissione e la ricezione di dati di filiali non do- tate di collegamento. I vantaggi offerti dal sistema tele-processing real time sono molteplici, sia a livello centrale, sia a livello periferico. Nel primo ambito il sistema facilita la riassunzione della contabilità, il controllo di gestione, l’attività di programmazione bancaria. Relativamente all’attività di sportello, la tecnica di tele-processing consente di semplificare le procedure contabili, migliorare la qualità dei servizi offerti alla clientela, autogestire operazioni prodotte ed elaborate su iniziative del centro, soddisfare in maniera rapida i sempre crescenti obblighi imposti dal fisco e dalle autorità monetarie, acquisire una sempre più vasta gamma di informazioni.