TEDS

Acr. di: Tasso Effettivo Definito in senso Stretto (fr. taux effectif au sens étroit-TESE; ingl. narrowly defined effective rate-NDER).Concetto introdotto dalla BCE col Regolamento (CE) 63/2002 del 20.12.2001 per stabilire rilevazioni uniformi e dotarsi di un quadro statistico esaustivo, dettagliato e armonizzato del livello dei tassi di interesse applicati dalle istituzioni finanziarie monetarie (IFM) e delle loro variazioni nel tempo. Il TEDS può essere richiesto dalle BCN per tutti o per alcuni strumenti di deposito e prestito e ciò in alternativaalla segnalazione del tasso annuo concordato. Il TEDS è il tasso di interesse, su base annua, che uguaglia il valore attuale di tutti gli impegni diversi dalle altre spese (accensione di depositi o prestiti, ulteriori pagamenti o rimborsi, pagamenti in conto interessi), futuri o presenti, concordati dal soggetto dichiarante con la famiglia o la società non finanziaria. Esso è calcolato quindi per approssimazioni successive come il TAEG previsto dalla direttiva 87/102/CEE del Consiglio del 22.12.1986 del quale è equivalente per quanto riguarda la componente “interesse” e rispetto al quale esclude spese e oneri accessori a carico del debitore. Il TEDS è un indice equivalente anche al tasso annuo concordato, altro concetto introdotto dal Regolamento 63/2002 della BCE. La sola differenza è data dal processo di calcolo che nel TEDS opera per approssimazioni successive e può pertanto essere applicato a ogni tipo di deposito o prestito, mentre il tasso annuale concordato utilizza una formula algebrica applicabile solo ai depositi e ai prestiti con capitalizzazione regolare dei pagamenti in conto interessi. Tutti gli altri requisiti sono identici e ciò comporta che i successivi riferimenti al tasso annuo concordato si applicano anche al tasso effettivo definito in senso stretto.