TAYLOR RULE (TR)

La Taylor rule (TR) è una regola di politica monetaria sviluppata da John Taylor (1993). Secondo la TR la banca centrale dovrebbe modulare il tasso di interesse a breve (ad esempio, nel caso della Federal Reserve americana, il tasso sui Federal Fund) in risposta agli scostamenti tra il tasso di inflazione ed il tasso di inflazione obiettivo e tra output corrente e quello potenziale. La TR può essere scritta come segue:
dove:
                                                                    
- itè il tasso di interesse nominale ed  è il tasso di interesse nominale di equilibrio;
-   è il tasso di inflazione effettivo e  è l’inflation target;
-
 è il livello corrente della produzione e è l’output potenziale;
Se la banca centrale adottasse la TR, dovrebbe innalzare il tasso di policy sia quando l’inflazione fosse al di sopra del proprio target che quando la produzione eccedesse il livello potenziale. Nel caso opposto dovrebbe invece adottare una politica monetaria accomodante.
Bibliografia
Taylor J.B. (1993), "Discretion Versus Policy Rules in Practice", Carnegie-Rochester Conference Series on Public Policy, Vol. 39, pp. 195-214.

© 2009 ASSONEBB