SITUAZIONE DI LIQUIDITÀ

Capacità dell’azienda di fare fronte agli impegni verso i terzi attingendo alle proprie disponibilità finanziarie. Tali disponibilità costituite per il pagamento dei debiti a breve termine si riferiscono a quelle attività liquide o immediatamente liquidabili che le imprese devono mantenere per garantire il corretto equilibrio tra entrate ed uscite. Nella gestione bancaria il documento di liquidità viene compilato giornalmente e la situazione deve essere tale che il rapporto tra disponibilità a vista e a breve scadenza e massa degli impegni a vista e a brevissimo termine (esigibilità) non garantisca soltanto il funzionamento della banca, ma soddisfianche le richieste di rimborsi in denaro contante da parte dei depositanti e gli utilizzi dei fidi da parte degli affidati. L’eventualità di dover fare fronte in qualsiasi momento alle richieste dei depositanti deve essere sempre tenuta presente poiché rifiutare un rimborso può generare unclima di sfiducia, che porterebbe la massa dei clienti ad esigere il rimborso di tutte le somme depositate. La situazione di liquidità è diversa a seconda della banca e, in una stessa banca, è variabile nel tempo. È maggiore in presenza di depositi costituiti da alte somme che si prevede possano essere prelevate da un momento all’altro, è minore in presenza di depositi costituiti da somme limitate o vincolate. Un comportamento di eccessiva prudenza diretto ad evitare il rischio di insufficiente liquidità, può influire negativamente sul risultato economico della gestione; è corretta norma di gestione contemperare l’esigenza della liquidità con quella della redditività.