QUOTA CONGUAGLIO

Parte di dividendo che si aggiunge al valore nominale dei titoli di nuova emissione. Al momento della deliberazione di aumento di capitale in conseguenza del quale vengono emesse le nuove azioni è necessario stabilire, anche in modo approssimato, se la quota conguaglio è effettivamente maturata, poiché, data l’instabilità del reddito aziendale, potrebbe non essersi ancora realizzato alcun profitto che giustifichi o necessiti la formazione di essa. La quota conguaglio non va confusa con quelle del fondo conguaglio dividendi, costituito con accantonamenti di utili effettivamente conseguiti, ed esuberanti, rispetto alla normale ripartizione. A questo fondo si fa ricorso negli esercizi in cui l’utile realizzato è insufficiente per la ripartizione dei dividendi normalmente distribuiti ai soci.