QUIESCENZA

Sospensione o cessazione di un rapporto, causata da un evento esterno, che impedisce l’esercizio dei diritti ad esso inerenti. Nel diritto del lavoro s’intende la cessazione dal servizio del lavoratore dipendente per cause volontarie (dimissioni) o involontarie (licenziamento, raggiungimento dei limiti di età lavorativa). Al lavoratore collocato in quiescenza spetta la liquidazione di una somma di denarocommisurata all’anzianità di servizio maturata presso il datore di lavoro (trattamento di fine rapporto-TFR), e inoltre, una rendita vitalizia (pensione) a condizione che l’anzianità di servizio oppure l’età abbiano raggiunto un determinato limite minimo, fissato legalmente.