PUNTO FRANCO

Spazio territoriale o zona di mare antistante un porto situati all’interno della linea doganale di un paese, ma considerati “esteri” agli effetti doganali. Nel punto franco le merci estere possono essere introdotte senza sottostare né a controlli né al pagamento di dazi, mentre le merci nazionali sono soggette ai controlli doganali e al pagamento degli eventuali dazi previsti per l’esportazione. Può essere istituito con decreto del capo dello Stato nelle principali città marittime ed è regolato da leggi speciali. Le merci depositate nei punti franchi possono essere oggetto di modificazioni, trasformazioni e lavorazioni di ogni genere. Ai fini dell’applicazione dei diritti doganali lamerce verrà infatti classificata secondo la tipologia che presenta all’uscita dal punto franco (v. anche: porto franco; zona doganale).