NUMISMATICA

Disciplina o scienza che studia le monete di ogni epoca, dall’antica alla moderna, sotto i profili storici, artistici ed economici e richiama altre discipline, come la metrologia, l’archeologia, l’epigrafia,la paleografi a, lo studio dei ripostigli, oltre che le scienze moderne per l’analisi dei reperti. La scienza numismatica va quindi oltre gli aspetti economici meramente speculativi e di conservazione dei valori. La moneta è in primo luogo un documento storico di primaria importanza e si presenta incontaminato anche se corroso dal tempo e dall’uso che ne fu fatto, come, invece, è accaduto per le opere letterarie, che sono state contaminate dagli errori degli amanuensi. e dei copisti, specie di quelli dotti. La numismatica ha radici antiche e le prime opere, corredate di raccolte di monete, risalgono alla Grecia e a Roma e riguardano il profilo metrologico. Poi c’è stata la notte del Medioevo e i primi studiosi compaiono con l’Umanesimo e in primo piano si pose il Petrarca. Dal XVI secolo e fino a oggi è stato un fiorire progressivo di studiosi, di raccolte, di musei e di pubblicazioni, tra cui i cataloghi. Nuovi reperti si sono aggiunti con la ripresa delle esplorazioni archeologiche e con i ritrovamenti, spesso casuali, di ripostigli. Sono sorti istituti e società di numismatica a carattere nazionale e internazionale, il più delle volte di natura pubblica o presso le università degli studi. Tra i principali musei con rispettivi cataloghi sono da ricordare il British Museum di Londra, il Cabinet des Médailles di Parigi, la Raccolta vaticana, i musei di Berlino, il Medagliere italiano. Per l’Italia opera fondamentale è il Corpus Nummorum Italicorum. L’elenco degli studiosi italiani di numismatica è lungo e vi figurano nomi che sono tra quelli più illustri della numismatica antica, medievale e moderna