NORME E USI UNIFORMI RELATIVI Al CREDITI DOCUMENTARI

Complesso normativo elaborato (UCP) dalla Camera di Commercio Internazionale che codifica le modalità operative in uso presso le banche e le prassi commerciali adottate dagli operatori nelle operazioni di credito documentario. Anche a motivo degli elementi di certezza forniti dall’universale applicazione di tali “Norme”, costituisconoormai un cardine del commercio internazionale. Le disposizioni generali e le definizioni, nelle quali vengono precisati sia la sfera di applicazione delle Norme stesse sia alcune delle nozioni fondamentali come la definizione del credito e quello dei rapporti fra parti, costituiscono la parte introduttiva. Fanno seguito gli articoli che comprendono punti qualificanti dell’intera normativa, che defi- niscono la forma e le modalità di notifica dei crediti, e quelli che trattano delle responsabilità e definiscono in particolare i limiti dell’attività delle banche nelle varie fasi dell’operazione. Nella disciplina hanno particolare rilievo i documenti di trasporto (marittimo, aereo, terrestre, postale e multimodale), oltre che i documenti assicurativi e la fattura commerciale. Vengono poi definite alcune delicate questioni legate a specifiche prassi commerciali, quali la quantità delle merci e l’importo del credito, gli utilizzi e le spedizioni parziali, la scadenza e la presentazione dei documenti, la spedizione delle merci e l’apposizione di termini temporali. La parte finale fornisce le linee guida circa la diffusa prassi del trasferimento del credito e della cessione del ricavo. In relazione al continuo evolversi delle prassi bancarie e commerciali internazionali, la Camera di commercio internazionale provvede con cadenza all’incirca decennale a una revisione delle “Norme”, la cui prima edizione risale al 1933. L’edizione attualmente in vigore è stata elaborata nel 1993, è stata pubblicata dalla Camera di commercio internazionale con la denominazione UCP500(NUU500 in Italia) ed è entrata in vigore con il 1°.1.1994. Nell’anno 2001 la Camera di Commercio Internazionale, per rispondere alle nuove esigenze dell’e-commerce, ha emanato un aggiornamento delle norme tendente a disciplinarela possibilità per gli operatori di utilizzare e presentare documenti commerciali in forma elettronica anziché cartacea. Questo integrazione viene denominata e-UCP ed entrerà in vigore nel marzo del 2002.