MULTIPLO DI MERCATO

  • Stampa

Detto anche multiplo di valutazione. I multipli sono stati elaborati per l’analisi fondamentale delle azioni, cioè per lo studio del suo possibile andamento futuro e per la comparazione con altri titoli comparabili e sono, in generale, indici tratti dal rapporto tra la quotazione a una certa data di un titolo, al numeratore e, al denominatore, certe voci di bilancio dell’emittente di quel titolo. Essi servono per lo studio dell’andamento futuro. I dati economico-finanziari del denominatore sono o i dati storici dell’ultimo bilancio disponibile (multipli storici), o i dati degli ultimi 12 mesi rispetto a quella del prezzo (multipli trailing), ovvero le previsioni di budget, eventualmente corrette per tener conto degli informazioni più recenti, dell’esercizio in corso o comunque successivo all’ultimo di cui si ha un consuntivo pubblicato(multipli leading). Un primo gruppo di indici correntemente impiegati compara grandezze di flusso con stock:come p.e.: dividend yield; price/earnings ratio; price/cash flow; price to book e una serie di rapporti che hanno per denominatore l’enterprise value e cioè EV/EBIT; EV/EBITDA; EV/Sales e altri. Altri multipli sono indici di redditività, quali ROA, ROE,ROI, ROS. Per le società della nuova economia quotate e, in particolare, per quelle operanti nel settore Internet, che sono tutte di recente costituzione e che ancora non hanno raggiunto il punto di equilibrio e che non hanno una storia di redditività consolidata, sono stati predisposti indici particolari e appositi: PEG (price/earning to growth); cap/sales; cap/customer; cap/user; cap/stickiness; cap/ member; Spese di marketing/numero di clienti. Lo sfasamento temporale tra i due termini del rapporto e l’incertezza che può caratterizzare i dati del denominatore.fanno dei multipli uno strumento da utilizzare con prudenza, spesso solo thumb rules per una prima approssimazione al giudizio sul titolo, da integrare con altre informazioni.