MULTILATERALISMO

Sistema di scambi internazionali che prescinde dall’equilibrio dei rapporti bilaterali ed in cui non sono presenti discriminazioni fra i vari paesi. Al contrario che nel bilateralismo, nel multilateralismo ciascun paese ricerca un equilibrio globale del suo commercio con l’estero, compensando i deficit o i surplus che si determinano negli scambi con i singoli paesi. In tal modo viene garantito un livello di scambi internazionali relativamente più elevato rispetto ad un sistema bilaterale e, di conseguenza, è possibile una maggiore razionalità nell’uso delle risorse economiche. L’iniziativa per il superamento del sistema degli scambi bilaterali fu presa dagli Stati Uniti d’America già durante gli ultimi anni della seconda guerra mondiale. I vari tentativi di giungere ad una soluzione globale dei problemi del commercio internazionale sono sfociati nell’Accordo generale sulle tariffe doganali ed il commercio-GATT, stipulato nel 1947 fra i governi dei maggiori paesi. Negli anni recenti, in corrispondenza dei periodi di crisi dei rapporti internazionali e del riemergere del protezionismo, si è assistito ad un ritorno al bilateralismo, soprattutto nelle varie forme del countertrade.