MONETARY TARGETING (MT)

Monetary targeting (MT) è una semplice regola di politica monetaria secondo la quale la banca centrale per mantenere basso il livello dell’inflazione deve tenere sotto controllo gli aggregati monetari. Questa procedura operativa implica che il tasso di inflazione target non venga annunciato e che la banca centrale concentri il proprio intervento solo sugli aggregati monetari. In pratica, la banca centrale utilizza il tasso di interesse di policy al fine di controllare la dinamica del mercato monetario descritto dal classico schema quantitativo: 
                                                                MtVt = PtYt                            (1)
dove:
- Mt è l’offerta nominale di moneta;
- Vt è la velocità di circolazione;
- Pt è il livello generale dei prezzi;
- Yt è l’output aggregato.
Passando ai logaritmi e derivando rispetto al tempo si ottiene:
                                                                                              (2)
dove:
- è il tasso di crescita dell’offerta di moneta target;
- è il target inflazionistico;
-  è il tasso di crescita del reddito;
-  è la variazione percentuale della velocità di circolazione;
L’equazione (2) definisce il money growth target (obiettivo intermedio) compatibile con il conseguimento dell’obiettivo finale (). La banca centrale, dunque, utilizza il tasso di policy al fine di mantenere l’offerta di moneta in linea con il target utilizzando una regola del tipo:
                                                                                    (3)

© 2009 ASSONEBB