MOF

Acr. di: Multiple Option Financing Facility. Forma tecnica di prestito sindacato che comporta (accensione di una linea di affidamento di media durata (5 anni, con possibilità di prolungamento per ulteriori 2 anni) tramite la quale i mutuatari possono ottenere finanziamenti a breve termine rinnovabili nella valuta desiderata, secondo le modalità ritenute più idonee ed alle migliori condizioni vigenti sul mercato nel momento in cui sorge il rapporto di credito. Con un contratto di MOF un gruppo di banche si impegna per un determinato periodo di tempo ad offrire, entro un plafond massimo contrattualmente predefinito e senza la concessione di garanzie accessorie, una certa gamma di prodotti di finanziamento. Un programma caratteristico prevede la definizione di un pacchetto di linee di affidamento intercambiabili a scadenza variabile tra il brevissimo ed il breve termine, utilizzabili sia per crediti per cassa sia per crediti di firma denominati in un numero di valute anch’esso predeterminato. Tra le forme di credito più diffuse si possono enumerare gli impegni ad accettare o scontare effetti e a garantire un back-up (v. back-up facility) al mutuatario per le emissioni di carta finanziaria (tipicamente commercial paper, v.). Le diverse linee possono essere utilizzate alternativamente o contemporaneamente, a discrezione del mutuatario, purché il montante degli utilizzi non rimborsati non ecceda mai l’affidamento globale periodicamente concesso.