MERCOSUR

Il Mercado Común del Cono Sur è nato formalmente il 1°.1.1995, alla fine di un periodo di transizione quadriennale previsto dal Trattato istitutivo firmato ad Asunción il 26 marzo 1996. Il Trattato di Asunción istituisce tra i quattro paesi membri (Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay) un’Unione Doganale. Gli obiettivi del Mercosur sono: a) la libera circolazione dei beni, dei servizi e dei fattori produttivi tra gli stati membri; b) l’adozione di una tariffa esterna comune; c) il coordinamento delle politiche macroeconomiche e settoriali al fine di garantire una libera e regolare competizione tra i sistemi paese degli stati membri; d) l’impegno alla modifica delle legislazioni interne in contrasto con gli obiettivi e i principi del Mercosur. Il funzionamento del Mercosur è garantito da un organo decisionale, il Consiglio del Mercato comune, composto dai ministri degli esteri e dell’economia dei paesi membri, e da un organo esecutivo, il Gruppo del Mercato comune, il cui compito è quello di trasformare in risoluzioni operative le decisioni del Consiglio. Il Gruppo coordina diversi sottogruppi di lavoro che redigono proposte di decisione da sottoporre al Consiglio e redigono pareri e studi su diverse questioni di interesse comunitario quali l’occupazione, la politica dei trasporti, la politica commerciale e doganale, le politiche monetarie, e così via. Tali organi sono poi affiancati da un Comitato Parlamentare congiunto (formato da un massimo di 64 membri, 16 per ogni stato) e da una Commissione Commerciale. Il Comitato parlamentare ha natura sia deliberante sia consultiva ed è stato creato con lo scopo di organizzare l’armonizzazione delle singole legislazioni nazionali. La Commissione commerciale, invece è un organo tecnico al quale spetta la gestione della tariffa esterna comune. Il Mercosur si è impegnato fin dagli inizi a perseguire una politica internazionale aperta, firmando accordi di cooperazione con l’UE, di integrazione economica con la Bolivia (1996) e creando un’area di libero scambio con il Cile (1996). Negoziati esplorativi sono in corso con altri paesi latinoamericani (Venezuela, Perù e Colombia) e con i paesi del Mercato Comune centroamericano e dei Caraibi (Caricom). Attualmente il Mercosur, primo esempio di integrazione economica di successo tra paesi appartenenti all’emisfero meridionale, è una Unione Doganale imperfetta nel senso che esistono eccezioni sia al libero scambio intra-area sia alla tariffa esterna comune. L’Unione doganale dovrebbe diventare effettiva per il 1° gennaio 2006. Tuttavia, la libera circolazione dei beni, dei servizi e dei lavoratori, prevista dal trattato istitutivo, pone le basi per la futura realizzazione di un mercato comune, mentre l’auspicato coordinamento dellepolitiche economiche nazionali fa intuire il desiderio di raggiungere addirittura una unione economica.