MEDIOCREDITO CENTRALE - MCC

Ente di diritto pubblico costituito in seguito alla l. 25.7.1952 n. 949 (provvedimenti per lo sviluppo dell’economia e l’incremento dell’occupazione) con la denominazione iniziale di Istituto Centrale di Credito a Medio Termine alle Medie e Piccole Imprese mediocredito Centrale (MCC), ha assunto la denominazione di Istituto Centrale per il Credito a Medio Termine con la legge di riforma 30.4.1962 n. 156 e successivamente quella di Mediocredito centrale. Compito inizialmente attribuitogli fu il finanziamento a tasso agevolato degli istituti regionali di mediocredito e degli altri istituti di credito a medio lungo termine designati dal Tesoro, per operazioni di credito a favore delle medie e piccole imprese industriali e commerciali. Successivamente gli sono stati demandati, con leggi speciali, altri compiti: finanziamento a medio termine dei crediti derivanti da esportazioni relative a forniture speciali; finanziamento degli istituti di credito a medio e lungo termine per operazioni nel settore del commercio; interventi a favore di imprese e privati danneggiati da pubbliche calamità; assistenza ai paesi in via di sviluppo. La l. 26.11.1993 n. 489 ha imposto la trasformazione in società per azioni del Mediocredito centrale, in linea con quanto previsto dalle recenti riforme legislative per la generalità degli istituti di credito di diritto pubblico. Tale provvedimento aveva, comunque, lasciato inalterata la molteplicità delle funzioni esercitate dal Mediocredito centrale. Con il d.lg. 31.3.1998 n. 143 ("Disposizioni in materia di commercio con l’estero"), dal 1°.1.1999 la gestione degli interventi di sostegno finanziario all’internazionalizzazione del sistema produttivo è stata attribuita alla SIMEST, che succede nei diritti, nelle attribuzioni e nelle situazioni giuridiche al Mediocredito centrale. Mediocredito centrale ha acquisito nel 1999 dal Tesoro il 62,84% del Banco di Sicilia ed è stato è stato a sua volta ceduto (al 100%) dal Tesoro alla Banca di Roma il 17.12.1999. All’interno del gruppo Bancaroma Mediocredito centrale si è specializzato nel corporate banking, principalmente in finanziamenti strutturati, investment banking, credito industriale, gestione incentivi allo sviluppo, private equity. Nel corso del 2000 è stata compiuta una scissione parziale di Mediocredito centrale con conferimento delle partecipazioni i controllo del Banco di Sicilia alla Banca di Roma. Nello stesso anno Mediocredito centrale ha incorporato Mediocredito di Roma. Dal 1 ottobre 2007, in seguito al percorso di integrazione tra Capitalia e UniCredit, la Banca entra a far parte del nuovo Gruppo Bancario. Dal 4 agosto 2008 la Banca assume la denominazione di UniCredit MedioCredito Centrale. Oggi UniCredit MedioCredito Centrale è la Banca del Gruppo UniCredit specializzata nel settore pubblico ed, in particolare, nella promozione e nella gestione delle agevolazioni pubbliche nazionali e regionali a favore delle imprese, nonché nel credito agevolato, a sostegno dello sviluppo economico.

Link:http://www.mcc.it/

Redattori: Fernando FORGHIERI , Bianca GIANNINI
© 2010 ASSONEBB