LITISCONSORZIO

Si ha litisconsorzio ogni qual volta al processo partecipano, in qualità di attori o di convenuti, più parti (litisconsorzio attivo o litisconsorzio passivo). Il litisconsorzio può essere facoltativo o necessario. Si ha il primo quando tra le domande avanzate da più attori o contro più convenuti sussiste una connessione per titolo o per oggetto, oppure quando la decisione del giudice dipende, in tutto od in parte, dalla risoluzione di identiche questioni. Essendo il litisconsorzio facoltativo è possibile la separazione delle cause se vi è istanza di tutte le parti o se la continuazione della loro riunione ritarderebbe o renderebbe più gravoso il processo. Si ha invece litisconsorzio necessario quando la decisione, per sua natura, non può essere pronunciata se non nei confronti di più attori e/o di più convenuti (p.e., la domanda diretta ad ottenere la divisione va proposta nei riguardi di tutti gli eredi o condomini). In tali ipotesi, se il processo è stato promosso soltanto da alcune parti, il giudice ordina l’integrazione del contraddittorio in un termine perentorio da lui stabilito.