LIBRO MATRICOLA

Registro dove debbono essere iscritti, nell’ordine cronologico della loro assunzione in servizio e prima dell’ammissioneal lavoro, tutti i prestatori d’opera per i quali è obbligatoria l’assicurazione previdenziale pubblica. Il libro deve indicare, per ciascun lavoratore, il numero d’ordine d’iscrizione, il cognome e il nome, la data e il luogo di nascita, la data di ammissione in servizio e quella di risoluzione del rapporto di lavoro,la categoria professionale e la misura della retribuzione. I sostituti d’imposta devono annotare nel libro matricola, per ciascun dipendente, il numero delle persone a carico e le detrazioni d’imposta. È obbligatorio per tutti gli esercenti di imprese o di aziende industriali e commerciali, che abbiano alle loro dipendenze persone soggette alle assicurazioni presso l’INPS e l’INAIL, anche nel caso in cui la competenza investa uno solo dei due istituti. L’obbligo è esteso ai proprietari di fabbricati per i portieri, custodi ed altro personale dipendente addetto alla manutenzione ed amministrazione. Il libro matricola, tenuto ai sensi dell’art. 2219 c.c., deve essere preventivamente vidimato dall’INAIL (dall’INPS, se nessun dipendente è soggetto all’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro). Deve essere conservato per almeno dieci anni dalla data dell’ultima registrazione.