nuovissima Enciclopedia di banca, borsa e finanza

Lettera selezionata: K

  • KANGAROO

    Soprannome nel London Stock Exchange delle azioni di società australiane, specialmente di quelle del tabacco e delle miniere.

  • KEIRETSU

    Nome introdotto nel dopoguerra per i vecchi zaibatsu (q.v.), i grandi trust che erano stati lo strumento tecnico-produttivo della politica imperialista del Giappone e che gli Americani volevano scindere per realizzare un’economia di mercato basata sulla concorrenza. Con la guerra di Corea e lo scoppio della guerra fredda gli USA ebbero bisogno di rafforzare il Giappone e diedero libertà di riorganizzare l’economia del Paese contribuendo anche con forti aiuti finanziari alla sua ripresa. I giapponesi ricostituirono i trust rinominandoli keiretsu, alcuni continuazione dei vecchi zaibatsu, altri di nuova costituzione. Il keiretsu è un conglomerato a integrazione orizzontale o verticale (v. integrazione industriale) di imprese industriali, commerciali (v. per queste ultime: sogo shosha) e spesso di una banca che funge da finanziatore del gruppo. A lungo non è stato, infatti, volutamente introdotto in Giappone il principio di separatezza tra banca e industria, comune nei Paesi progrediti (solo nel 1997 è stato posto un tetto al 5% della partecipazione delle banche alle imprese industriali). La presenza di una banca costituisce la principale differenza tra il keiretsu e il chaebol coreano, che pure è stato costruito a imitazione del modello giapponese. L’evoluzione ha portato a differenti forme di keiretsu. La principale è il keiretsu finanziario, il più evoluto e di cui fanno parte le Big six, sei gruppi a integrazione orizzontale con al centro una grande banca. Tre di esse sono ex zaibatsu (Mitsui, Mitsubishi and Sumitomo) e tre (Sanwa, Fuyo and Dai-IchiKangyo) sono di nuova costituzione, avvenuta dopo la guerra. Di regola questi trust hanno una sola impresa per ogni settore di attività per avvantaggiarsi di economie di scale ed evitare la concorrenza infragruppo. Caratteristica delle Big six è il President’s club, sorta di consiglio dell’alta direzione che decide e coordina le strategie del gruppo. Una seconda forma è costituta dal keiretsu di distribuzione (distribution keiretsu) a integrazione verticale per controllare l’intero flusso di beni e servizi dalla produzione al consumatore (B2C). Solitamente sentono meno l’influenza delle banche e sono più piccoli di dimensione rispetto ai keiretsu orizzontali e sovente sono inseriti in essi, ma con autonomia gestionale. Il segreto dell’efficienza di questa struttura sta nel ricorrere a una rete di sub-fornitori che opera come un buffer nei periodi sfavorevoli del ciclo economico (nelle grandi compagnie i dipendenti hanno un diritto alla stabilità del posto a vita, mentre le piccole imprese licenziano e assumono secondo l’andamento della domanda). Una terza forma è il keiretsu manifatturiero (manufacturers keiretsu) che organizza integrandola verticalmente una piramide di fornitori e di sub-appaltatori captive (che costituiscono il buffer del gruppo per i periodi sfavorevoli) di prodotti intermedi e di produttori di beni in un’unica struttura (Toyota, Nissan, Honda--Matsushita, Hitachi, Toshiba, Sony). Esistono anche altre forme, basate anche su cartelli tutti perfettamente leciti in Giappone dove è ferma la convinzione che il keiretsu assicuri la piena occupazione e la sicurezza delle nazione e distribuisca i rischi. Caratteristiche del keiretsu sono le partecipazioni incrociate tra le società del gruppo, che pongono queste al riparo da takeover ostili e la preferenza per l’acquisto infragruppo o, comunque, di prodotti nazionali, anche se più costosi. Questa pratiche sono una potente barriera al libero scambio e impedisce alle imprese straniere di penetrare nel mercato statunitense, al contrario di quanto avviene nei mercati occidentali, dove nessuna barriera viene posta alla penetrazione giapponese.

  • KEOGH PLAN

    Acr.: KP. Piano di pensionamento per i lavoratori autonomi negli USA avviato nel 1962 dal Self-employed individual retirement Act. In base al Keogh Plan (dal nome del deputato Eugene J. Keogh) tutti i lavoratori autonomi e coloro che possono dichiarare redditi da lavoro autonomo, pur lavorando per conto terzi (p.e. negli studi professionali) possono versare nel piano Keogh parte del reddito deducibile dall’imponibile entro certi limiti. Opera per accumulazione similmente agli individual retirement accounts.

  • KEY INDUSTRY

    Lett.: industria chiave. Qualsiasi industria (settore industriale) che ha un’in- fluenza molto forte sull’economia di un Paese in ragione della sua produzione (l’industria energetica, p.e., è “industria chiave” per definizione in tutti i Paesi), dell’importanza strategica o di altre caratteristiche particolari.

  • KfW Bankengruppe

    La KfW Bankengruppe … trad. “Banca per la ricostruzione” … nasce nel secondo dopoguerra come Istituto di diritto pubblico con l’obiettivo di amministrare i fondi di ricostruzione previsti dal Piano Marshall per l’allora filo-occidentale Germania dell’Ovest. E' un istituto simile all'italiana Cassa Depositi e Prestiti s.p.a. (CDP) e alla francese Caisse des Dépôts et Consignations (CDC) ed è il più giovane dei tre.
    Nel corso degli anni la KfW ha incrementato il proprio raggio di azione, aggiungendo alla originaria Mission di amministrazione dei fondi per ricostruzione, la capacità di finanziamento delle piccole e medie imprese - PMI (Enciclopedia), la partecipazione alla realizzazione di importanti programmi di investimento per favorire il processo di industrializzazione in settori strategici dell’economia nazionale e investendo nella cooperazione internazionale.
    In particolare, KfW finanzia e sostiene progetti di social housing tutela dell’ambiente, infrastrutture, progresso tecnologico, innovazione, programmi di sviluppo a livello nazionale, europeo e internazionale.
    La KfW è stata in grado negli anni di implementare la propria capacità di aderire a nuove iniziative e programmi di partenariato a livello internazionale con Istituzioni che svolgono funzioni analoghe (Cassa Depositi e Prestiti s.p.a. (CDP) e Caisse des Dépôts et Consignations (CDC)).
    La KfW Bankengruppe è un Istituto di diritto pubblico il cui capitale sociale è per gran parte in mano alla Repubblica federale tedesca (circa 80%) mentre la restante parte (circa 20%) è posseduta dagli Stati federali - cd. Lander.
    Per quanto riguarda la struttura, la KfW non è provvista di filiali e di depositi della clientela, ma fonda la propria attività di prestito quasi esclusivamente sulla raccolta effettuata sui mercati internazionali dei capitali.
    All’interno della KfW si distinguono due differenti aree di operatività:
    ? KfW IPEX Bank GmbH: si occupa del sostegno alle attività di export attraverso operazioni di corporate financing e di project financing;
    ? “KfW Kommunalbank”: promuove gli investimenti infrastrutturali di carattere territoriale e sociale e gli investimenti degli enti locali federali, attraverso programmi di finanziamento ad hoc il cui focus è il raggiungimento di specifiche finalità di interesse generale.
    Infine, la controllata German investiment Coroporation (DEG) opera acquisendo partecipazioni di minoranza e/o erogando finanziamenti ad imprese nazionali che intendono investire nei Paesi in via di sviluppo.

    La governance della KfW
    La KfW Bankengruppe è un istituto di diritto pubblico, pertanto, i titoli emessi sono garantiti dal Governo centrale.
    Vi sono due organi principali:
    ? Comitato esecutivo: i membri sono nominati … e revocati … dal Consiglio di sorveglianza che ne controlla periodicamente la corretta amministrazione e gestione della Mission sociale ricevendo periodicamente aggiornamenti in merito all’attività, situazione finanziaria e gestione del rischio.
    ? Consiglio di Sorveglianza: può essere presieduto dal Ministro federale delle Finanze ovvero dal Ministro dell’Economia, i quali si alternano con cadenza annuale. È altresì composto da sette Ministri federali, in ragione della rilevanza che l’Istituto assume all’interno del sistema economico tedesco. Vi fanno parte, inoltre, rappresentanti di banche cooperative, banche commerciali, istituti di credito industriale e casse di risparmio, cui si aggiungono rappresentanti delle associazioni di comuni dei principali settori per i quali cui la KfW opera (industria, infrastrutture, social housing, commercio, agricoltura, energie rinnovabili).
    Per quanto riguarda l’attività di vigilanza sull’attività dell’Istituto, la KfW è sottoposta a controllo contabile da parte di un revisore esterno che viene nominato dall'Autorità nazionale di vigilanza.

    Sito istituzionale qui

  • King, Mervyn

    Sir Mervyn King lascia il posto di Governatore della Bank of England il 30.06.2013. Ha studiato a Cambridge (King's College) e Harvard. E' giunto alla Bank of England nel 1991 come Capo Economista, direttamente dall'accademia (London School of Economics). Ha introdotto l'inflation targeting come regola della politica monetaria inglese, seguendo l'approccio americano. E' riuscito a tenere sotto controllo l'inflazione, a sostenere la crescita ed evitare i fallimenti, ad eccezione di Northern Rock nel 2008.

    Dal "2002 al 2007 le dimensioni dei bilanci delle banche sono triplicate, alimentando il boom immobiliare " (The Economist, June 15th 20123, p.28). La crisi finanziaria (vedi Analisi Economica della crisi suprime) è stata sicuramente la parte più difficile del suo mandato, mentre il boom dei prezzi petroliferi ha sostenuto le export inglesi.

    Questa è la sua pagina sul sito della Bank of England

  • KNIGHT

    Terza persona che si appare in scena nel corso di un takeover. È detto white knight chi interviene amichevolmente in aiuto dell’impresa target del takeover bid. È, invece, detto grey knight il terzo che interviene con una contro-offerta senza manifestare chiaramente le sue intenzioni verso la società target e senza un accordo con le parti già in corsa. Generalmente il grey knight è sgradito tanto al primo raider quanto alla società target.

  • KNOW HOW

    Lett.: conoscere come [si fa]. Insieme di conoscenze ed esperienze tecniche, scientifiche e organizzative, anche segrete,per la costruzione, l’esercizio e la manutenzione di impianti e macchinari, oppure per il conseguimento nella produzione di certi risultati o di miglioramenti tecnici qualitativi e quantitativi. Il know how può essere oggetto di un contratto di cessione, ma colui che lo riceve deve impegnarsi a mantenere il segreto. In senso più generale per l’economia e la pratica industriale know how indica l’insieme delle conoscenze tecnologiche teoriche e pratiche relative a certe aree innovative e di ricerca o a singoli prodotti o processi industriali. Progresso tecnico e know how sono strettamente interdipendenti come fattore di innovazione e di sviluppo delle imprese.

  • Kreditanstalt für Wiederaufbau - KfW

    Banca tedesca istituita in Germania nel 1947 dagli Stati Uniti per finanziare la ricostruzione mediante i fondi ERP. Ha sede a Francoforte sul Meno. L’80% del suo capitale è detenuto dal Governo federale e il 20% dai Länder. Benché in passato orientata all’interno, a partire dal 1960 ha acquisito crescenti compiti di strumento del Governo tedesco per la cooperazione internazionale per lo sviluppo. Con questa nuova attività, ormai diventata predominante su ogni altra, KfW eroga fnanziamenti e doni agli Stati esteri per conto del Governo tedesco, prestiti a lungo termine al settore privato tramite intermediari locali, consulenza, crediti per le esportazioni tedesche e si è trasformata di fatto in un’organizzazione finanziaria bilaterale. Sicché attualmente il KfW si autodefinisce The German Development Bank. In questo settore si è estesa nel 2001 con l’acquisto del controllo della Deutsche Investitions- und Entwicklungsgesellschaft mbH (DEG) e della Deutsche Ausgleichsbank (DtA), altra banca pubblica per il credito alle piccole e medie imprese. Il Gruppo KfW si completa con KfW-Finanzierungsplanungs- und Beratungsgesellschaft mbH (KfW-FuB) e KfW International Finance Inc (KfW-Finance).

  • KUWAIT INTERBANK OFFERED RATE

    Tasso interbancario lettera quotato sulla piazza finanziaria del Kuwait. Veniva talvolta utilizzato come parametro di riferimento per le operazioni interbancarie a tasso variabile (floating rate) effettuate sul mercato delle eurovalute.

Lettera selezionata: K In lingua italiana

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×