INTIMAZIONE DI PAGAMENTO

Dichiarazione di volontà rivolta per iscritto dal creditore al debitore e diretta ad ottenere il pagamento del debito. Può essere contenuta in uno scritto qualsiasi, senza alcuna formula solenne, anche se privo di un formale contenuto intimatorio, purché sia manifestata la volontà del creditore di ottenere il soddisfacimento del suo diritto. L’intimazione (detta anche interpellazione), a parte l’accennato effetto a cui è diretta, determina in pari tempo, per legge la costituzione in mora del debitore, per la quale non è richiesta la liquidità del credito ma solo la sua certezza.