INTERVENTO CAMBIARIO

Istituto secondo cui un soggetto entra a far parte del rapporto cambiario, accettando o pagando invece del trattario, nel momento del protesto. Scopo dell’atto è di sottrarre temporaneamente un obbligato all’azione di regresso, che il portatore potrebbe esercitare contro di lui a seguito del rifiuto dell’accettazione, o del pagamento, da parte del trattario. Occorre, quindi, che vi sia una cambiale protestata,per mancanza di accettazione o di pagamento, o almeno una cambiale in base alla quale il portatore possa, anche senza bisogno di levare il protesto, esercitare, alla scadenza o prima, un diritto di regresso. L’intervento può essere fatto da persona già indicata sul titolo (indicazione al bisogno) oppure da qualsiasi altra persona.