INTERNATIONAL BANKING FACILITIES

Ac.: IBF. In USA l’IBF è una gestione contabilmente e amministrativamente separata di una banca statunitense o di una filiale insediata negli USA di banca estera. L’IBF è così definita dal Code of Federal Regulations: “a set of asset and liability accounts segregated on the books and records of a depository institution, United States branch or agency of a foreign bank, or an Edge or Agreement Corporation that includes only international banking facility time deposits and internationalbanking facility extensions of credit” (Code of Federal Regulations, Title 12, Chapter II, Part 204, Sec. 204-8). Una IBF a) può ricevere depositi solo da soggetti stranieri non residenti, incluse le filiali estere della banca che detiene l’IBF, oppure da un’altra IBF e b) può concedere prestiti a un’altra IBF, o a una banca estera o per operazioni estere di una società statunitense, purché essi siano impiegati sull’estero. Le IBF sono state istituite per rendere competitive le banche USA sui mercati finanziari internazionali col beneficio dell’esenzione dagli obblighi di riserva obbligatoria.