INTERINALE

Cartellino sul quale venivano annotati gli estremi della conclusione di un contratto di Borsa negoziato alle grida. L’interinale veniva scambiato a riprova della negoziazione svolta “alle grida” e, successivamente, sostituito dal fissato bollato, documento definitivo che registrava le operazioni di acquisto e di vendita. L’interinale era definito “in cambi” se riguardava una compravendita di valuta; “in titoli” se aveva per oggetto una compravendita in titoli.