INTERESSE ATTIVO

Corrispettivo che viene dato a chi concede l’utilizzazione dei propri mezzi finanziari. Il pagamento degli interessi alla banca costituisce la controprestazione tipica del beneficiario di un credito ed è subordinato all’effettiva utilizzazione, totale o parziale, del credito concesso. Nelle aperture di credito in conto corrente, la corresponsione degli interessi avviene normalmente mediante addebitamento del relativo importo sul conto del cliente a determinate scadenze, usualmente trimestrali. Da tale momento, gli interessi divengono a loro volta produttivi di altri interessi, essi vengono cioè capitalizzati (v. anatocismo; interesse capitalizzato). Circa la misura, trattasi di interesse convenzionale per cui il tasso viene contrattualmente discusso e accettato; salvo patto diverso, esso viene determinatoalle condizioni praticate usualmente dalle banche sulla piazza. Alla cessazione del rapporto, per qualunque causa, gli interessi continuano a decorrere nella stessa misura, fino alla data di estinzione del debito.