IMMOBILIZZAZIONE - IMMOBILIZZAZIONI

L'immobilizzazione è quel bene che non esaurisce la propria utilità in un solo esercizio, ma in più di uno. Si riferisce a fattori produttivi o diritti che partecipano al risultato di più esercizi. Le immobilizzazioni possono essere: fattori produttivi materiali (beni fisici, come i macchinari), fattori immateriali (veri e propri diritti, come i brevetti oppure i costi relativi a più esercizi, come i costi d’impianto e d’ampliamento), immobilizzazioni finanziarie (come i crediti di finanziamento o le partecipazioni non destinate alla vendita).

Estensivamente, per i beni, materiali e immateriali e per le attività finanziarie in genere il concetto di “immobilizzazione” è usato per indicare l’opposto della liquidità, ammettendosi che le diverse specie di attivo possono essere disposte per ordine di diminuzione della liquidabilità.

In contabilità l'immobilizzazione viene registrata con il meccanismo dell'AMMORTAMENTO, che può essere a rata costante o crescente o descrescente.

Le scorte “minime” (atte ad assicurare il buon funzionamento dell’azienda) dovrebbero essere considerate come immobilizzazioni, ma non vengono mai evidenziate nei bilanci d’esercizio, anche per la difficoltà di una loro determinazione e individuazione sufficientemente oggettiva, precisa e controllabile.