GESTIONE DI AFFARI ALTRUI

Situazione che si verifica quando un soggetto assume consapevolmente la gestione di un affare altrui, senza averne ricevuto l’incarico e senza essere comunque obbligato a farlo. In questa ipotesi egli è tenuto a continuare la gestione ed a condurla a termine finché l’interessato non sia in grado di provvedervi da sé. Dalla gestione di affari la legge fa sorgere obbligazioni a carico del gestore e dell’interessato. Il primo è soggetto agli stessi obblighi previsti per il mandatario, mentre l’interessato, dal canto suo, deve adempiere le obbligazioni che il gestore ha assunto in suo nome e deve rimborsargli tutte le spese sostenute. Questa regola, tuttavia, non si applica se il gestore ha agito contro la volontà dell’interessato. Questi può anche ratificare l’operato del gestore. La ratifica produce gli effetti che sarebbero derivati da un mandato, anche se la gestione è stata compiuta da persona che credeva di gestire un affare proprio.